SULLA FELICITA’

2 Mar

Che cos’è la felicità?

 

Domandona da esame di filosofia ihih!

Sul dizionario, alla voce “felice” trovo:  “chi è pienamente appagato nei suoi desideri”.

Ma non la penso allo stesso modo. Certo, confutare il dizionario di Encarta non è un’impresa felice, però questa definizione mi sembra alquanto limitata e inesatta.

La felicità è uno stato d’animo momentaneo, procurato da un accaduto favorevole, sia la realizzazione di un desiderio, sia l’appagamento di un bisogno.

Ma la felicità che ci procura la realizzazione di un desiderio o l’appagamento di un bisogno è solo una felicità momentanea. Uno stato d’animo destinato a svanire in breve tempo. Una volta appagato il nostro bisogno e realizzato il nostro desiderio, necessitiamo di un nuovo obiettivo.

Beh…ma a spiegare queste cose ci ha già pensato Schopenhauer: “La vita è un perpetuo oscillare tra il dolore e la noia”.

Per cui, a mio parere, la vera felicità non può essere una condizione momentanea, un breve attimo destinato a sparire. Quanti di voi, appena superato un esame importante, si sono sentiti felici? Beh, suppongo che tutti siano felici dopo una simile ardua impresa. Ma, ditemi: quanto è durata la vostra felicità? Non più di mezza giornata, vero? A volte neanche quello…

Non può essere la vera felicità, quella. Quella che dura così poco e ti abbandona facilmente lasciandoti solo il ricordo di una situazione momentanea di straniamento ed estasi.

A mio avviso, la vera felicità è quella che viviamo senza accorgercene.  

La vera felicità è quella che non sai di avere, e non te ne rendi conto. Ma se ti fermi a riflettere e nessun pensiero di angoscia, nessun rimorso, nessuna incertezza ti assalgono…vuol dire che sei felice.

Sono le piccole cose della vita a renderci felici, quelle che vivi e nemmeno te ne accorgi del bene che ti fanno.

Quando la sera torno a casa e mi distendo sul letto e penso “oggi è stata una giornata gradevole”: quella è la vera felicità.

Quando mia sorella mi chiede un favore e io la accontento lasciandola soddisfatta: quella è la vera felicità.

Quando passeggio per strada e vedo tante persone sorridenti: quella è la vera felicità.

Quando piove e fortunatamente ho l’ombrello in borsa: quella è la vera felicità.

Quando i miei coinquilini passano dalla mia stanza ad augurarmi la buonanotte: quella è la vera felicità.

Quando riesco a battere Eve a “Scala 40” con un solo mazzo di carte (O_o) : quella è la vera felicità.

La sensazione di non aver rimpianti: quella è la vera felicità.

Passare un pomeriggio spensierato in facoltà coi ragazzi: quella è la vera felicità.

Sapere che qualcuno ti vuole bene: quella è la vera felicità.

Ascoltare dieci volte di seguito la tua canzone preferita: quella è la vera felicità.

Prendere una risoluzione: quella è la vera felicità.

Qualsiasi cosa che ci dà la forza di andare a vanti e vivere, e per la quale vale la pena di lottare… quella è la vera felicità.

Anche se è poco, siate felici!

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: