TESTAMENTO ONLINE

19 Gen

Come al solito quel dannato giorno mi trovavo in facoltà. Niente di strano, dato che ci passo la maggior parte del mio tempo. Ho studiato e cazzeggiato tutto il giorno. Libri, biblioteca, sigarette con i colleghi, panino di merda al bar, caffè alla macchinetta. Incontri piacevoli e spiacevoli a parte, quel giorno decide di piovere. E quando piove a Palermo, non smette più. decido di aspettare “che scampa”, quindi mi intrattengo alle panchine con i soliti: Damiano, Ricky, Valentina…ma cominciava a fare tardi. Io ho sempre avuto timore di tornare a casa da sola, la sera, al buio, mentre piove… potrebbe capitare qualsiasi cosa…che ne so, metti che mi fermano e mi fregano il cellulare? Invece no.  Mi investono.

All’uscita alta di viale delle scienze, alle 18:45, sulle strisce pedonali, mentre pioveva…

Una vecchia cretina esce dalla macchina e comincia ad urlare “io andavo piano, io andavo piano”.

Risultato: lividazzo su entrambe le ginocchia. Muscoli indolenziti. Notte insonne. Niente di grave, per fortuna. D’altronde…la signora…andava piano!!!!!!

Per fortuna che c’era Stefania che mi ha portato conforto e il gel per le contusioni!

Nonostante sia stato solo un piccolo incidente di percorso, il percorso che faccio ogni sera per tornare a casa, mi ha fatto riflettere. Ero sola, lontana da casa. Se fosse stato qualcosa di più grave?

Beh, vorrei cogliere l’occasione per allegare il mio testamento.

Non ho un cazzo da lasciare a nessuno… (e comunque, se ce lo avessi, non ve lo lascerei mica).

Non mettetemi sotto terra. Fate del mio corpo un pugno di cenere. Spargetele tra le onde.

Se si decidesse di ignorare la precedente volontà, interratemi pure. Mettete nella mia tomba il mio libro preferito, quello li, sulla mensola, con la copertina rovinata, quello, quello, quello rosso. Il Conte di Montecristo, continuerò a leggerlo anche dall’altra parte.

Ne approfitto per ringraziare tutti coloro che hanno creduto in me, e mandare affanculo quelli che non lo hanno fatto.

Un’ultima cosa: adesso, ancor più di prima, sarò sempre più franca e sincera con le persone. Non vorrei andarmene con rimorsi e ipocrisie alle spalle.

Grazie.

Addio.

4 Risposte to “TESTAMENTO ONLINE”

  1. Alessandra a 02:51 #

    sti vecchi dimmerda dovrebbero togliere a tutti la patente… povera tu, ma peffortuna niente di grave =| bacio cri

  2. Valentina a 21:18 #

    TEL\’HO DETTO TI DOVEVI FAR PAGARE SIA I DANNI FISICI KE QUELLI MORALI!!!!!!!ALMENO GLIELA FACEVI PAGARE A STA STRONZA!!!!!!!!

  3. Flavia a 18:33 #

    ricorda la stronza cm era fatta e alla prima occasione che sei in  macchina a palermo puntala e finiscila….dai un tocco di rosso alle strisce di palermo…ahahahahhaha BISOGNA ESSERE BASTARDI!!
     

  4. Peppe a 19:15 #

    preso visione del tuo testamento, qualche settimana fà ho scritto un racconto, dove la protagonista scrivere in una lettera le sue ultime volontà, qualche differenza con il tuo, prossimamente te ne invierò una copia.
    ciao
    peppe

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: